Fucanoli Campagna

 

campagna fucanoli

Campagna, comune sito in provincia di Salerno, è una cittadina di circa 16000 abitanti posta ai piedi dei monti Picentini, a 280 metri sul livello del mare, nel comprensorio della Valle del Sele. Per lunghi secoli Campagna ha rappresentato il centro amministrativo, religioso ed economico dell’intero comprensorio Sele. Numerose sono le manifestazioni e gli eventi che si susseguono durante tutto l’arco dell’anno in questa cittadina. Su tutte le manifestazioni, l’evento che spicca per coreografia e partecipazione popolare è senza dubbio: I Fucanoli Campagna.

La festa dei Fucanoli Campagna si svolge ogni anno il 17 Gennaio, in concomitanza con il festeggiamento di Sant’Antonino patrono della città. L’evento ha inizio con l’accensione dei fuochi (fucanoli). Il riferimento storico religioso è chiaro e ben delineato, l’accensione dei fucanoli rievoca, ricorda e simboleggia l’assassinio dell’eretico Giordano Bruno arso vivo sul rogo dalla Santa Inquisizione. Fu proprio a Campagna, dove nel 1573 nel Convento dei Padri Domenicani (annesso alla Chiesa di S. Bartolomeo) fu ordinato sacerdote e cantò la sua prima messa, che il monaco e filosofo nolano Giordano Bruno perfezionò le sue teoria e il suo credo.

Tra sacro e profano, tra festa religiosa e sagra popolare, spiccano le eccellenze culinarie locali. Piatti antichi tramandati nei secoli che oggi fanno tanto “slow food”. Impossibile resistere alle tentazioni offerte dalle “tavuliate” disseminate per tutto il centro storico che offrono al visitatore “gliummarielli”, la tipica “matassa e fasule”, “’a pulenta” nelle sue varie specialità, squisite salsicce pesane accompagnate da “vruoccoli scuppettiati”, patate fritte con peperoni alla giara e succulenti braciole, il tutto regolarmente innaffiato da ottimo vino locale.

Le degustazioni della sagra dei Fucanoli Campagna sono accompagnate egregiamente da canti, balli e melodie folk suonate con maestria da numerosi gruppi musicali rigorosamente locali.L’arcinoto detto “Sant’Antuon: maschere e suon” dà inizio al periodo del Carnevale, che culminerà con la “cantata di Zeza”, nella tarda serata del martedì grasso.

Tra credenze popolari, balli, musiche popolari, fuochi e “tavuliate” la città attraverso i Fucanoli Campagna gelosamente tramanda, ai posteri delle future generazioni, tradizioni “vere” a cui è particolarmente nell’intento della salvaguardia della memoria storica del suo vasto e inestimabile patrimonio culturale e religioso.

Maggiori informazioni? Visita il sito ufficiale del Comune di Campagna

Digressione su Giordano Bruno: E proprio all’ultimo momento, conscio di morire “martire e volentieri”, quando stava per ricongiungersi all’anima dell’universo, ritorna l’elemento del fuoco . L’eretico ed impenitente Bruno, “lo scellerato”, ostinato e pertinace frate, “con la lingua in giova per le bruttissime parole che diceva”, moriva sostenendo “che se ne sarebbe la sua anima ascesa con quel fumo in paradiso”.